Calcioscommesse: un affare mondiale

Per tutta l’estate siamo rimasti incollati davanti alla televisione inseguendo i programmi di notizie sportive, per vedere se i nostri idoli calcistici avrebbero deciso di continuare con la casacca della squadra che tifiamo oppure di abbandonarla, per andare a cercare fortuna altrove. Alla mattina davanti a un bel caffè con vista mare prima parlando con il barista e poi continuando a leggere il giornale, belli comodi, sulla spiaggia.

Ma anche in un estate torrida non solo da un punto di vista climatico, visto i fortissimi botti  nel calcio mercato che Napoli, Juventus, Inter e Milano con il passaggio ai cinesi, ci hanno regalato le nostre squadre di Serie A, in ogni giornale quotidiano vi è sempre stato un piccolo ritaglio che spiegava e parlava della evoluzione del calcioscommesse.

Solo in Italia oppure no?

La maggior parte degli italiani ( e non solo ) pensa che sia una questione tutta italiana; ” vi è la mafia“, la prima cosa che si sente dire da uno straniero, oppure ” lo fanno tutti” ribatte il classico italiano sportivo da poltrona. In realtà è una prassi, purtroppo, molto diffusa quella di combinare le partite e falsare pronostici calcio, in modo da poter ricavare grosse somme di denaro dalle scommesse effettuate in giro per il mondo.

Si perchè anche le grandi competizioni a livello internazionale risentono di questo losco giro di affari. Una prova di questo è la recente registrazione che ha effettuato Nelson Bonilla, capitano della Selecta ovvero la squadra El Salvador, dove un certo uomo di affari honduregno Ricardo Padilla, offriva notevoli somme di denaro per combinare la partita con il Canada. Essendo una squadra notevolmente inferiore, Padilla, si preoccupava di quanto i giocatori stessero in campo ” ..Vogliamo dissociarci da qualsiasi cattiva impressione..”.

Non è un caso isolato.

Nel 2012 proprio per questo motivo, furono squalificati a vita ben 14 nazionali salvadoregni per aggiustamenti fatti a tavolino dei risultati.

Le cifre offerte da Ricardo Padilla, si aggirano intorno ai 50.000 dollari a giocatore con opzioni in caso di vittoria, minuti giocati appunto, oppure di sconfitta minima. Questa situazione è dovuta anche ai casi estremi che porta una divisione netta sociale nei Paesi del sud America. Come abbiamo visto nei Giochi di Rio 2016, vi era uno spaccato incredibile tra la parte dove vi erano i turisti e il cuore dei giochi, con ristoranti, servizi aperti e tutto quello che sembrerebbe dare il senso di una città in salute mentre appena poco più in la, nell’entroterra, vi era fame povertà a livelli spesso non umani. Ovviamente con pochi soldi è facile per chi, vuole avviare giri loschi, portarsi a casa una fetta di mercato e ricavarci centinaia di migliaia di euro ma poi quella resta a chi soffre tutti i giorni è davvero poco.

In ogni caso per uno che rinuncia a una combina ve ne sono molti altri che accettano illudendo spettatori e non solo di giocare in modo pulito. Incredibile a pensare i soldi che percepiscono, letteralmente giocando a calcio.

 

 

Analizzare i dati delle partite

Al giorno d’oggi è davvero facile avere delle indicazioni su cosa scommettere. Una volta invece si doveva andare presso un centro scommesse, dove si prendevano tutte le informazioni che vi erano appoggiate sopra i vari banchetti ed alzando la testa si incrociavano i dati proiettati sulle varie televisioni.

Dove si possono trovare queste informazioni?

Ci sono diversi siti dove trovare consigli scommesse. Oltre ai vari siti di Betting, come Bet365, Lottomatica, Sisal e così via, vi sono pagine su Facebook specializzate a dar pronostici oltre a vari gruppi di discussione che parlano e creano i famosi ” sistemoni” dove ,devo ammettere a volte riescono a prenderci, vincendo delle discrete somme di denaro.

Di certo è chiaro che nei tempi passati per fare una scommesse e reperire più informazioni possibili bisognava usare un quantitativo di sistemi che oggi sarebbe ridicolo, visto che con un computer e una banale connessione a internet è possibile trovare report dettagliati e completi con dati aggiornati ogni minuto.

Ma sono informazioni affidabili?

Bisogna saper scegliere. Non esiste mai un bianco e un nero ma il grigio è sempre presente. Come ho scritto a volte riescono a indovinarci ma non essendo una scienza esatta, è sempre un calcolo di probabilità e statistiche: sicuramente chi effettua uno studio approfondito del contesto, alla lunga avrà risultati migliori e riuscirà a monetizzare più facilmente.  Al contrario chi invece effettua un’analisi superficiale è facile che vada più a fortuna che con un metodo preciso. Credo che bisogna saper scegliere e interrogarsi sempre sulle varie fonti che si utilizzano.

Se volessi fare io un analisi ?

Ci sono diversi siti che ti possono dare dei consigli utili, sicuramente iniziare a confrontare diversi fonti è buona norma, perchè non esiste un sagro graal dei numeri. Nel NBA viene tracciato tutto, dai dati più banali come i tiri liberi sbagliati e segnati, a quanti passaggi vengono completati in base al minutaggio di gioco. Questi dati sono molto più sensati, in quanto ad esempio senza il dato dei minuti che passa sul parquet, la media dei passaggi viene calcolato sulla intera partita e non solo su quanto effettivamente gioca.

Di sicuro non è una cosa semplice e immediata: se si vuole fare un lavoro serio che porti qualche profitto a lungo termine, bisogna prima di tutto trovare delle fonti rispettabili, dove poter confrontare e capire i numeri. A quel punto dipende molto dal budget che si vuole impiegare, ovviamente diviso per tipologia di scommessa.

Il consiglio è sempre quello di cercare il più possibile, magari affiancarsi a qualcuno del settore e piano piano capire come questi lavorano cosi da poter sfruttare le loro fonti e iniziare a fare qualche test in totale autonomia.

 

Calcioscomesse in crescita: capiamo il perchè

Il calcioscommesse ancora oggi è una delle questione irrisolte per quanto riguarda i vari campionati del nostro paese: dalla Serie A fino alla Lega Pro. Un mercato nero fatto di loschi individui che riescono a insediarsi non solo nelle teste di alcuni giocatori, facilmente corruttibili ma sempre più spesso direttamente dentro, i palazzi del potere del gioco.

Come spesso accade è tutta una questione di soldi. Si perchè il betting è un mercato fatto da miliardi di euro, dove diversi giocatori seriale scommettono su siti scommesse online cifre da capogiro. Non per nulla il mercato è pieno di aziende italiane ma soprattutto straniere che permettono con estrema facilità di fare puntate. Non solo per la partite vincente, ma è possibile scommettere anche sui più piccoli dettagli: il possesso palla, espulsioni oppure risultati parziali al primo tempo, piuttosto che quanti goal verranno segnati e cosi via.
E’ chiaro che tutti hanno negli occhi lo scandalo Juventus, che oltre a far retrocedere la squadra di bianconera di Torino in serie B, ha portato all’arresto i suoi dirigenti: Bettega, Giraudo e Moggi. Proprio quest’ultimo è tutt’oggi per alcuni un genio del mercato per altri è la principale causa di tutti i mali.

Per far capire a chi legge il volume di affari dietro a questo mercato, stiamo parlando di circa 5,5 miliardi di euro di cui il 50% è dovuto alle scommesse online.  Inoltre questi dati sono solo parziali, perchè con l’arrivo sul mercato di Bet365 il mercato è in continua crescita.

Ovviamente come punta di diamante vi è il calcio come sport di punta, seguito dal Tennis e dal Basket che però sono ancora molto lontani come volume di affari dello sport principe italiano.

La diffusione degli smartphone ha sicuramente facilitato questo settore, in quanto prima era obbligatorio recarsi fisicamente presso i vari punti di raccolta per scommettere, poi si è spostato sui siti web (ad esempio Lottomatica), e infine proprio grazie ai vari telefonini hanno costruito app dedicate. La stessa Sky ha preso la sponsorizzazione di una società di gambling difatti prima di ogni partita, si collegano con lo studio per sapere le quote delle varie partite.

Come prevedibile questi nuovi strumenti, disponibili in qualsiasi ora della giornata hanno reso più facile qualsiasi tipo di scommessa. Prima bisognava andare fisicamente al centro scommesse, prendere la schedina cartacea, studiarsi il sistema giocarlo, ricordandosi se necessitava di un’analisi approfondita, gli orari di apertura e chiusura. Ora invece basta semplicemente accedere alla app sul proprio cellulare, eseguire il login , scegliere l’evento e scommettere senza problemi. I soldi possono essere prelevati o dal conto gioco oppure direttamente con Paypal, senza problemi di avere disponibilità liquida di contanti.